Iniziative/

 

2017

Bimbi in ufficio 2017: anche quest’anno HBG Gaming apre le porte ai figli dei dipendenti

Venerdì 26 maggio si svolgerà la 23^ edizione di “Bimbi in ufficio con mamma e papà”, l’iniziativa promossa dal Corriere della Sera/L’Economia, a cui HBG Gaming aderirà insieme a tante altre aziende, enti, studi professionali e associazioni che per un giorno aprono le porte a degli ospiti speciali: i figli dei dipendenti.

Si tratta di una giornata che coinvolge le famiglie, in cui i bambini possono immaginarsi di lavorare insieme ai genitori e condividere le loro esperienze, ed il loro entusiasmo diventa contagioso per tutta l’azienda.

In occasione del Kids Day, HBG Gaming vestirà a festa la propria sede, le sale riunioni si trasformeranno in spazi colorati con favolosi gonfiabili, palloncini colorati e zucchero filato. Il divertimento sarà assicurato anche da artisti e professionisti pronti ad accogliere i bambini, i genitori  e tutti i colleghi per trascorrere insieme una giornata all’insegna dell’allegria.

“HBG Gaming è particolarmente impegnata ed attiva nelle politiche di benessere destinate ai propri dipendenti – dichiara Giuseppe Calzolaio, Direttore Generale del Gruppo HBG Gaming– ed è attenta ai bisogni, alle attese e al livello di soddisfazione delle Persone che lavorano in azienda, fornendo un supporto costante per rendere più agevole il rapporto tra vita lavorativa e vita familiare. L’iniziativa del Kids Day è per noi particolarmente significativa, in quanto la nostra squadra è fatta di persone giovani, con un’età media di circa 36 anni, nella quale sono presenti tante mamme e tanti papà che desiderano mostrare alle famiglie i luoghi in cui passano molte ore fuori casa, far conoscere i colleghi e condividere le attività che li coinvolgono. Inoltre la manifestazione, che lo scorso anno ha avuto un grande successo, sicuramente destinato a crescere, è anche un modo divertente e simpatico per avvicinare i più piccoli al mondo del lavoro.”

Link alle aziende che aderiscono all’iniziativa del Corriere Economia

2016

«Grande adesione all’iniziativa Bimbi in Ufficio di HBG Gaming »

Si è conclusa positivamente la giornata “Bimbi in Ufficio” realizzata da HBG Gaming, a cui hanno partecipato ben 61 bambini.

_MG_7667            _MG_7806            _MG_7127

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività di Corporate Social Responsibility e parte dalla considerazione che il punto di forza aziendale sia costituito dalle persone che lavorano in azienda e che i valori fondamentali siano la partecipazione, la condivisione e il lavoro di squadra. In particolare HBG Gaming è consapevole dell’importanza del clima interno, del benessere fisico, psicologico e sociale di tutti i collaboratori e soprattutto dell’equilibrio necessario tra lavoro e vita familiare.

In questa ottica è stato importante fare conoscere ai bambini l’azienda in cui lavorano la mamma e il papà, in un clima comunque di festa e di gioco. I più grandi hanno avuto anche la possibilità di girare per gli uffici con l’animatore intervistando i colleghi di lavoro dei genitori.

Per concludere c’è stato lo spettacolo di magia, con tutti i bimbi presenti ed anche i genitori.

La bella giornata è stata possibile grazie alla collaborazione ed alla passione dei diversi uffici di HBG Gaming ed è stata un successo per la coesione dell’azienda e per la volontà di condividere l’iniziativa con tutti, sia con chi ha fatto partecipare i figli, sia con chi non ha potuto.

_MG_7439               _MG_7302

Un grazie a tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita dell’evento, alle famiglie e soprattutto ai bambini che hanno portato una ventata di freschezza e di grande entusiasmo.

 

 

In casa HBG Gaming arriva l’iniziativa «Bimbi in ufficio con mamma e papà»
bimbi_in_ufficio

 

Bambini in ufficio! HBG Gaming aderisce all’iniziativa del Corriere della Sera “bimbi in ufficio con mamma e papà”. Una giornata particolare tra computer, scrivanie, documenti, sale riunioni ed aree break, durante la quale i più piccoli vedranno dove lavorano i genitori. L’iniziativa è programmata per il 27 maggio e sarà rallegrata da una serie di iniziative per i ragazzi: animazioni, gare a squadre, prove a quiz, giochi di movimento e abilità.

Nell’ambito del programma di Responsabilità Sociale, HBG Gaming, nel riconoscere l’importanza del benessere fisico, psicologico e sociale di tutti i collaboratori e dell’ l’equilibrio tra lavoro, impegni personali e vita familiare, ha accolto con grande spirito questa iniziativa: l’obiettivo sarà quello di far vedere cosa fanno e dove lavorano i genitori quando sono lontani da casa e creare un grande momento di unità per tutta la famiglia.

Link alle aziende che aderiscono all’iniziativa del Corriere Economia

Link all’articolo del Corriere.it – le parole di Giuseppe Calzolaio, DG di HBG Gaming.

 

 

Seminario di studio di alta formazione per il management di HBG Gaming

logo_italiaetica

 

Ogni impresa possiede una cultura unica ed esclusiva. HBG Gaming crede che la cultura di un’azienda è un fattore importante in quanto  influenza le azioni e gli approcci di business. Gli  aspetti principali della cultura aziendale sono molteplici come ad esempio i valori, i principi di business e gli standard etici dichiarati e applicati dal management, l’approccio dell’azienda alla gestione del  personale, lo spirito e il carattere che animano il clima lavorativo, le interazioni e il rapporto fra manager e dipendenti, l’intensità delle pressioni fra colleghi perché si lavori in un determinato modo e ci si  attenga alle regole.

HBG Gaming ringrazia Italia Etica per questo corso, un corso che  ha ulteriormente contribuito a diffondere, condividere e integrare i valori di una buona cultura aziendale e che ha evidenziato l’importanza di come questi debbano essere trasmessi a tutti i dipendenti.

download Scarica il numero di Gennaio della rivista Italia Etica.

 

Donazione Istituto Comprensivo Via De Finetti

istituto_comprensivo

Roma, 13 ottobre 2015

HBG Gaming ha donato 21 monitor all’Istituto Comprensivo Via De Finetti che la scorsa primavera ha subito il furto di materiali didattici e d’arredo e di personal computer, consentendo alla scuola di riprendere subito l’insegnamento e lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti.